Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lots of ~ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it hw_roots Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text wont show correct.
Home Page
Home Page
cerca
Prodotti Storia Chi siamo Forum Contattaci
I Prodotti di Surja
l'oggettistica
il sacro
le pietre
i gioielli
le sculture
i dipinti
la galleria
guida all'acquisto
visualizza il carrello
Articoli
TUTTI GLI ORECCHINI FARFALLE
-
I SUNCATCHERS
-
Angeli dei Sette Chakra
-
Il Suncatcher
Un benefico caleidoscopio di colori
-
Il Dorje
Lo scettro di diamante
-
Campane e cimbali
I suoni dell'Oriente
-

 Archivio argomenti
                       >>>>

SurjaRacconta
-
-
Appunti di viaggio.08 - Goa Gaiah I
Il mio peregrinare attraverso l’oriente ha certamente prodotto, nel tempo, qualche mutamento interiore.
Non penso di aver compiuto viaggi “avventurosi” o di aver fatto sensazionali scoperte in quelle terre lontane: forse ho viaggiato, inizialmente, in un modo piuttosto inconsapevole ma la coscienza che è cresciuta dentro di me, nel tempo e talvolta a mia insaputa, ha sicuramente subito influenze da queste esperienze.

La spiritualità di cui parlo mi affascina non tanto perché la confronto alla nostra, talvolta spesso apparentemente più tiepida, bensì perché – come ho già avuto modo di dire – rievoca in me le nostre stesse origini e, più vado avanti nel tempo, più le mie considerazioni mi portano a ritenere quelle radici comuni a tutti i popoli.

Coloro che hanno compiuto viaggi in Tibet o in Africa, o anche a Bali, come me, sono tutti concordi nell’affermare di aver appreso un sentire la vita, gli altri, e ciò che ci circonda, in un modo più raffinato: distillato, direi.
Ciò che mi chiedo continuamente è il perché di questo differente sentire. Qualcuno parla di magia dell’Oriente, qualcun altro parla di fascino dell’esotico…io credo che tutto sia da ricondurre ad una umanità meglio conservata, in quei luoghi, proprio perché ancora molto vicina alla natura. Questo rimanere in contatto con la natura, e questo rimanere immersi in essa, appare ai miei occhi come un movimento dell’animo per ricongiungersi a qualcosa di più grande: un “sentire” così profondamente umano che non possiede nazionalità o religione. Un sentire di tutti.

Un’aura di femminilità, simile a quella che ho avvertito a Bratan, solo in apparenza più “dura” ma - in sostanza - semplicemente più "solida" ed ugualmente accogliente e “ricettiva”, l’ho ritrovata a Goa Gajah.
Dopo aver abbandonato la costa dell’isola per addentrarci nei Regni dell’interno, siamo approdati ad un piazzale dal quale si accede, poi, ad una scalinata in discesa.
Non sapevo cosa mi attendesse: un nostro amico del posto ci aveva solo accennato che ci stavamo dirigendo alla Grotta dell’Elefante, risalente all’XI secolo.
Scendendo gradini un po’ malandati, ricavati nella roccia, il mio sguardo si è soffermato su una raccolta di rovine, sistemate in ordine all’interno di un rettangolo limitato da pietre, in un ampio cortile, a dare l’impressione che qualcuno stesse “catalogando” i reperti. Un sito archeologico, dunque!

Una grande fontana di pietra - un’antica “piscina”, direi – con grandi figure femminili addossate alle pareti interne alla piscina stessa e che ancora versano acqua sacra, è stata distrattamente oltrepassata da noi che ci dirigevamo verso la grotta.

<<<..........>>>

© Copyright Surja 2000-2002 - tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle immagini.


SurjaCommunity
Novità
Il cuscino per la meditazione e per lo shiatsu.


Radioestesia
Pendolini in pietre dure assortite


Novità
Le sculture sacre, tibetane ed indiane


Appunti di Viaggio.06
Dewi Danu: la dea delle acque


Novità
Trentacinque qualità di incensi per aromatizzare l'ambiente e favorire la meditazione


Pomander
Cos'è un Pomander?


Appunti di viaggio.08
Goa Gaiah


Cristalloterapia
Trasparenze blu, viola e verdi per le sferette di fluorite...


Newsletter

REGISTRATI

Inserisci la tua e-mail...
Visita il salotto virtuale SurjaRing
Guarda il filmato intoduttivo
Segnala Surja ad un amico
Fai di Surja la tua home Page
Ascolta la SurjaMusica

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.
P.Iva: 06695500634