depressa
Autore: domenica (---.9-87-r.retail.telecomitalia.it)
Data:   02/07/08 11:28

Salve,
mi chiamo Domenica , abito in provincia di Torino ho 57 anni e mi sento molto depressa. ho adottato un bimbo a 15 mesi a Cuneo ed oggi all'eta' di 24 e' un ragazzo disamorato, drogato, senza voglia di lavorare.
Mia madre 78ne (io sono figlia unica), soffre di problemi di memoria ed ho il terrore che si possa ammalare di alzh..e sono figlia unica. mio padre l'ho perso all'eta' di 16 anni lui ne aveva 41.
in piu ho un marito che proprio non mi sta vicino tutto preso da impegni vari.
sono andata in pensione 3 anni fa e ora sono molto molto stanca. le amicizie sono quelle che sono, non ho una VERA amica e dei miei problemi profondi ed intimi non so a chi esporli.
sono sola. disperata........ e con qualche problema di salute.
Faccio molta fatica a stare con gli altri in quanto non so che dire, visto la mia situazione.......
scusate lo sfogo e grazie...............
Domenica

 Re: depressa
Autore: kasja (---.ip.fastwebnet.it)
Data:   02/09/08 12:59

ciao, capisco che deve essere difficile fare un bilancio cosģ negativo di una vita.. io potrei essere tua figlia ho quasi 33 anni. non prenderla male, non č una critica solo una domanda,per capire il percorso che hai fatto. durante gli anni, quando hai conosciuto tuo marito, mentre crescevi il tuo bambino, tu hai cercato di evolvere la tua anima per rendere le tue scelte consapevoli e soprattutto non dettate da convenzioni sociali? cioč, sei riuscita a conoscere te stessa in mezzo agli impegni e le responsabilitą della tua vita? lo so, la tua generazione era molto pił difficile, perchč c'erano molti pił paletti per affermare la propria individualitą, era visto male dalla societą... Ti consiglio di controllare il tuo tema di nascita sia in chiave astrologica tradizionale ma soprattutto in chiave karmica ci sono molti siti gratuiti di astrologia e tracce sul significato di karma e reincarnazione su internet, chissą che utilizzando un'altra angolatura, la tua vita difficile e il presente soffocante non possano sembrarti una serie di eventi che sono serviti a fortificare la tua anima per un cammino evolutivo importante magari proprio a 57 anni... ti abbraccio forte...:-) dolce ada. (kasja)

 Re: depressa
Autore: domenica (---.8-87-r.retail.telecomitalia.it)
Data:   08/11/08 14:29

grazie per le parole ............
solo ora, per svariati motivi, sono riuscita a leggere la tua e mail.
quando ho scritto in luglio scorso non avevo detto che nel gennaio e meta' febbraio 08 avevo il morale a terra anche per la perdita di una zia 85ne sorella di mamma, di un cugino di Pesaro morto a 50 anni e di una cugina Lella di 52 anni morta anche lei alla quale ero legatissima. con questi tre lutti - tutte persone di Pesaro citta' di origine di mia madre dove io ho passato e passo tuttora le mie estati, mi e' rimasto Giorgio l'unico cugino , il resto ..le mie radici ... piu' nulla
per non parlare della morte del mio Billy un bel gattone bianco nero di 4 anni per me il mio bambolone era splendido....era sempre con me..
io non ho piu desiderine' sogni, fingo con tante persone sopravvivo... del resto ho mia madre anziana da seguire...
grazie ancora seguiro' il tuo consiglio informandomi sul mio tema di nascita ec. scusa eventuali errori ma scrivo di getto altrimenti potrei cancellare tutto........
sei molto carina
un saluto, un grazie di cuore
con simpatia
domenica

 Re: depressa
Autore: Fabrizio (217.202.113.---)
Data:   28/09/09 18:40

Basta! Da domani si volta pagina: mio nonno mi dice sempre: "ma lo sai perchč io a 84 anni ho gią seppellito tutti i miei coscritti, qualche parente, amici, conoscenti, ecc...?"." Nonno, non lo so, perchč?". "Perchč non mi manca la voglia di vivere...". Io non posso consigliarti, solo tu sai cosa c'č da fare. Da molti anni non ho un lutto in famiglia, ho una moglie, una bambina, mille interessi, molta curiositą e la grinta! Ho vissuto anch'io anni fa un schifosissimo periodo altamente privo di gioia. E questo perchč nessuna credeva in me, mi credevano pazzo! I dottori, la famiglia, gli amici mi hanno fuorviato per anni. Ma la perseveranza del dubbio nei falsi consigli a me elargiti mi hanno portato sulla retta via, poco a poco. Ora so, di aver affrontato tutto e tutti perchč ero io a scegliere di liberarmi dalle paure che altri hanno a intraprendere strade diverse. Come si dice: TUTTE LE STRADE PORTANO A ROMA. La mia via me la scelgo io, e ora sto benissimo. Alla faccia della societą moderna! Trova la tua via, cercala ovunque ti senta di andare, magari ti guiderą anche solo in cucina, verso la dispensa: dice il saggio: "Non esiste tristezza che una scatola di cioccolatini non possa far dimenticare". E chissą che il sorriso di un dolce al palato, riesca a contagiarti tutta l'anima...Dio! Te lo auguro di cuore! Sii forte, ora pił che mai. By Fabrizio

 Rispondi a questo messaggio
 Il tuo Nome:
 La tua Email:
 Titolo:
scrivi il codice: 40952 in questa casella: